udienza eternit-bis. il gioco delle tre carte di un processo che non deve finire con la giusta condanna dei padroni assassini. la presenza, la protesta, e la proposta, della rete nazionale per la sicurezza e salute sui posti di lavoro e sul territorio

I giudici del tribunale di Torino, a porte chiuse, hanno rimandato alla Corte Costituzionale la decisione se questo processo ai padroni assassini dell’Eternit si potrà o meno fare. Quali le “motivazioni” della giudici torinesi: “non si possono processare due volte per lo stesso reato”. In termini tecnici si potrebbe non eccepire, ma nella sostanza i giudici, metà Ponzio Pilato e metà paladini di Schmidheini, sanciscono che anche per i morti di amianto dopo la sentenza della Cassazione del 2014, circa 94 casi, non vi è nessun colpevole. Di fatto sia per i tempi di pronunciamento della Corte Costituzionale, circa un anno, sia come precedente, si mette una pietra tombale non solo per i morti di Casale, ma anche su tutti i processi per amianto. Molto lo sconforto e la rabbia tra i parenti e le associazioni presenti fuori dall’aula. Come Rete Nazionale Sicurezza sul Lavoro e Territorio Nodo/MI-BG, riteniamo questa decisione come una sorta di dichiarazione di guerra alla Sete e al Diritto di Giustizia dei famigliari dei tanti morti di Casale Monferrato. A cui non ci si può né rassegnare né accettare. Per queste ragioni oggi, sia con striscioni sia discutendo con alcuni dei familiari, abbiamo lanciato la parola d’ordine che: “DALL’ETERNIT ALL’ILVA, LA LOTTA PER LA GIUSTIZIA E’ LA STESSA!”, dando appuntamento a Taranto per il 20 ottobre l’apertura del Processo Ilva.

Rete Nazionale Sicurezza sul Lavoro e Territori Nodo MI-BG
retesicurezzamilano@gmail.com

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.