maurizio acerbo farebbe bene a “volare basso”

L’edizione telematica di sabato trenta luglio del quotidiano romano il manifesto riporta un’intervista che Maurizio Acerbo, segretrio nazionale di Rifondazione, ha concesso ad Adriana Pollice durante la sua visita alla festa rifondarola tenutasi a San Giovanni Rotondo, in provincia di Foggia.

Per inciso, chissà se il capo del partito ecumenico si è recato proprio dove sorge il santuario di Santa Maria delle Grazie – la chiesa di Francesco Forgione da Pietralcina, in arte Padre Pio – per chiedere la grazia di ottenere alle prossime elezioni politiche almeno quel tre per cento che gli consentirebbe di rientrare in Parlamento dopo quattordici anni.

Tornando alla chiacchierata oggetto di questo scritto, ci permettiamo di far notare al politicante abruzzese che i suoi calcoli, presenti nella parte finale del resoconto, ci paiono leggermente viziati da una questione di fondo: se, indubbiamente, è vero ciò che afferma, lo è altrettanto che in tutti i casi la sua formazione si è sempre distinta per lo scarso risultato ottenuto.

Se corrisponde a verità che in Calabria la candidatura dell’ex sindaco di Napoli ha ottenuto il sedici per cento dei suffragi, è anche vero che la lista supportata dai rifondaroli – Calabria Resistente e Solidale, costituita insieme con il Partito Comunista Italiano e Potere al Popolo – si è dovuta accontentare di 9.175 voti, pari allo 1,20 per cento, e zero tituli.

Per quanto concerne il capoluogo partenopeo, nel 2016 la lista Napoli in Comune a Sinistra ha sì ottenuto 19.945 voti, pari al 5,30 per cento e quattro eletti, ma ne facevano parte anche Altra Europa con Tsipras, Possibile, Partito Comunista d’Italia, e Sinistra Ecologia Libertà: un accrocchio impossibile da riproporre, allo stato attuale delle cose.

Infine, se si guarda alla tornata precedente, le cose non migliorano: la Federazione della Sinistra – composta da Partito dei Comunisti Italiani, Rifondazione, e Socialismo 2000 – ottiene 15.008 preferenze, pari al 3,66 per cento, ed elegge (solo grazie all’esagerato risultato del candidato primo cittadino) ben sei rappresentanti.

Come si può facilmente evincere, sarebbe bene che l’ex deputato “volasse basso”: non è certmente grazie a lui ed ai suoi accoliti se le cose per il De Magistris si sono messe bene, in nessuna delle tre tornate elettorali citate all’interno dell’articolo.

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.