torino. paolo damilano ignora che anche i consiglieri comunali sono cittadini ed hanno diritto di manifestare

Lo scorso sabato quindici gennaio, a Torino, si è tenuta una manifestazione contro l’autorizzazione all’apertura di un supermecato della catena Esselunga nell’area della ex Westinghouse, uno spazio dove sorge tra l’altro l’associazione Comala, uno spazio pubblico – a disposizione di giovani e non solo – per attività di musica, teatro, danza, cittadinanza attiva, ed altro ancora.

Durante l’improvvisato corteo si sono avuti tafferugli tra convenuti e “forze dell’ordine”, culminati con ferimenti – come è logico pensare – da ambedue le parti: proprio questo fatto ha innescato un’aspra polemica politica tra chi ritiene spropositato l’uso della forza da parte degli agenti presenti, e chi invece si scaglia contro i soliti “facinorosi”, professionisti degli scontri.

Jacopo Rosatelli speaks during a press conference the day after first...  Foto di attualità - Getty Images

Da una parte l’assessore ai diritti – Jacopo Rosatelli, esponente di Sinistra Ecologista, da noi già criticato in quanto anticomunista convinto – contesta la decisione della Questura di reprimere il dissenso utilizzando parole condivisibili, per quanto assai lontane da ogni concetto anche solo vagamente riconducibile ad un qualcosa di “sinistra”.

«C’è un movimento di ragazzi e ragazze – alcuni dei quali sono gli stessi in contatto con Greta Thunberg, che dobbiamo ascoltare e che hanno tanto da insegnarci. Questo movimento sabato ha realizzato, con modalità anche discutibili se vogliamo, una camminata, e quello che mi sono limitato a dire è che in situazioni come queste l’intervento muscolare deve essere assolutamente, se possibile, evitato, e che sono convinto poteva essere gestita attraverso il dialogo».

Dall’altra troviamo l’ex candidato sindaco per la destra radicale, quel Paolo Damilano padrone di una delle più vendute marche di acque minerali, che non trova di meglio che contestare – non si capisce davvero a che titolo – la presenza in corteo di Sara Diena, rappresentante anch’ella di Sinistra Ecologista: come se un cittadino non avesse la possibilità di protestare contro scelte che ritiene sbagliate soltanto perché siede in Consiglio comunale.

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.