egregio “signor” carlo giordano, abbiamo seri dubbi che lei conosca la differenza tra “sinistra” e “destra”

L’edizione telematica cuneese di sabato ventidue agosto del quotidiano La Stampa riporta un articolo, firmato Carlo Giordano, che concerne le reazioni di una certa parte politica rispetto all’ultima delibera del Consiglio comunale del capoluogo della Granda.

Il titolo sembra essere di quelli che anticipano sfracelli da parte di qualche partito politico rispetto ai comportamenti della Giunta in carica: «“Daspo a chi bivacca”, la sinistra si divide sull’ordinanza di Cuneo».

Disgraziatamente – a causa della vergognosa abitudine, che ha il quotidiano di punta del gruppo editoriale che fa capo alla famiglia Agnelli-Elkann, di riservare la lettura di taluni pezzi ai soli abbonati – non siamo in grado di capire a chi si riferisca il titolista.

Quello che, da una ricerca accurata sui vari canali di comunicazione delle forze politiche della “sinistra” cuneese, non emerge è almeno una reazione da parte di costoro rispetto al disgustoso provvedimento adottato dal sindaco sedicente democratico Federico Borgna.

Cuneo (CN) - Sindaco e Amministrazione Comunale

Federico Borgna

Né  l’istanza locale del Partito Comunista Italiano né quella di Rifondazione Comunista – e neppure, tanto meno, la pagina del Partito Comunista, la cui federazione ha “disertato” in blocco – si preoccupano di commentare l’oscenità in questione.

Persino se si cerca sui canali delle federazioni locali delle formazioni considerate di “centrosinistra” non si trova nulla: niente da quella di Sinistra Italiana, ed alcunché dalla pagina regionale di Articolo Uno-Movimento Democratico e Progressista.

A questo punto viene il sospetto che il pennivendolo in questione non conosca la differenza tra “sinistra” e “destra”: questo a meno di non considerare appartenente al fronte progressista gente che nulla a che fare con esso.

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.