quasi 2.700 lavoratori morti nei cantieri della coppa del mondo di calcio in qatar (da proletari comunisti)

https://i0.wp.com/contropiano.org/img/2019/10/jbkjndfnvkjndkvnldg.jpg

Centinaia di lavoratori muoiono ogni anno sui siti della Coppa del Mondo 2022 in Qatar, secondo il The Guardian. Tra il 2012 e il 2018, quasi 2.700 persone hanno perso la vita. In un rapporto pubblicato venerdì 11 ottobre, le Nazioni Unite chiedono alle autorità dell’emirato di proteggerle dal caldo.
Secondo il quotidiano britannico, centinaia di migliaia di lavoratori sono esposti a temperature superiori a 45°C dieci ore al giorno. Queste condizioni hanno, secondo i cardiologi, un legame diretto con la morte di centinaia di persone ogni anno. I loro corpi di solito non sono sottoposti ad alcuna autopsia.
Tra il 2012 e il 2017 sono morti 1.025 nepalesi, tra cui 676 per “cause naturali”, ovvero infarto o insufficienza respiratoria. Gli indiani ad aver perso la vita tra il 2012 e agosto 2018 sono 1.678, tra cui 1.345 per “cause naturali”.
Mentre alcune famiglie non richiedono un’autopsia per rimpatriare il corpo il più presto possibile, altre riferiscono di non essere mai state consultate.
*da Ulyces

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.