una piacevole inversione di tendenza

Il sito di informazione The Post Internazionale riporta, nella sua edizione di domenica venticinque agosto, un articolo – a firma Enrico Mingori – che analizza un sondaggio dell’istituto demoscopico Winpoll.

In questa rilevazione, effettuata lo stesso giorno in cui viene pubblicato il pezzo in questione, si trovano diverse novità interessanti rispetto a quella precedente, datata trenta luglio: riportiamo qui sotto le tabelle proposte all’attenzione dei lettori.

Sondaggi elettorali Winpoll – 25 agosto

  • Lega: 33,7 per cento
  • Pd: 24 per cento
  • M5S: 16,6 per cento
  • Fratelli d’Italia: 8,3 per cento
  • Forza Italia: 6,6 per cento
  • PiùEuropa: 3,2 per cento
  • La Sinistra: 2,3 per cento
  • Verdi: 1,4 per cento
  • Partito Comunista: 1,2 per cento

Sondaggi elettorali Winpoll – 30 luglio

  • Lega: 39,9 per cento
  • Pd: 23,3 per cento
  • M5S: 14,8 per cento
  • Fratelli d’Italia: 7,4 per cento
  • Forza Italia: 6,7 per cento
  • PiùEuropa: 2,3 per cento
  • La Sinistra: 1,9 per cento
  • Verdi: 1,7 per cento
  • Partito Comunista: 0,8 per cento

La cosa che salta immediatamente agli occhi è la perdita di consensi della Lega Nord Padania, che in meno di un mese passa da quasi il quaranta per cento ad un più modesto trentaquattro per cento, in linea con il risultato delle elezioni europee.

Un ottimo segnale, per la salute della democrazia borghese italiana: evidentemente gli elettori cominciano ad accorgersi della vera natura della cricca dell’ex ministro degli Affari interni, ed iniziano a non fidarsi più.

Ma questa, pur essendo probabilmente la principale, non è la sola ottima notizia che deriva dalla lettura dei dati comparati: si può infatti notare come, per la prima volta da decenni, la “sinistra” nel suo complesso avanzi, invece di arretrare.

A giudizio di chi scrive è particolarmente significativo il dato del Partito Comunista, che sfonda la barriera dell’uno per cento, aumentando i propri consensi del cinquanta per cento in poco meno di un mese.

Evidentemente il lavoro sul territorio – che, come dimostrano le molteplici inziative svolte, in questo ultimo periodo si è notevolmente intensificato – sta pagando in termini elettorali: non possiamo che prenderne atto con molto piacere.

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a una piacevole inversione di tendenza

  1. Walter Gaaggero ha detto:

    Sinceramente questi sondaggi mi sembrano molto poco utilizzabili, la bassa partecipazione e il disinteresse per le elezioni europee ha penalizzato il M5S ma nelle elezioni politiche è diverso,
    il M5S è visto come l’unico partito progressiste e REDDITO DI CITTADINANZA e QUOTA 100
    sono cose importanti .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.