riceviamo da “slai cobas per il sindacato di classe”, bergamo, e volentieri pubblichiamo

Le cooperative a cosa servono se violano tutto?

Quanto avvenuto ieri, venerdì 28 giugno 2019, all’assemblea sociale della cooperativa New Solution Coop del consorzio AXA, tenutasi all’interno dello stabilimento della Cosmint di Olgiate Cremasco, dove la stessa opera in appalto fornendo centinaia di lavoratori sulle linee produttive, è un esempio della violazione dei diritti statutari  su cui si fondano le cooperative.
Come è dimostrato dll comportamento dei vertici della cooperativa che hanno cercato di impedire in tutti i modi la partecipazione alle assemblee, organizzandole a cavallo dei turni con la fretta di rientrare al lavoro o a 100 km. di distanza dal posto di lavoro, negando poi i permessi per parteciparvi e solo dopo mille pressioni concedendo 2 ore di tempo chiaramente insufficienti e con la minaccia di sanzioni disciplinari.

Tutto questo ha portato il sindacato Slai Cobas sc che sta sostenendo i lavoratori ad indire pure uno sciopero per garantire una vera partecipazione dei lavoratori all’assemblea, diritto primario dei soci, organismo centrale e decisionale su cui si dovrebbe fondare la vita sociale delle cooperative.
Ma grazie alla buona presenza dei lavoratori si è di fatto rotto il meccanismo perverso che prevede la routine di capi e responsabili con pacchetti di deleghe in mano, dove il tutto si risolve in una discussione formale senza dibattito, con l’applicazione di tutto, e tutti a casa in  silenzio.
Questa volta fortunatamente non è andata in questo modo, come dimostra il fatto che l’assemblea è stata interrotta dall’intervento dei carabinieri.

Basta con le cooperative che negano la vita sociale e utilizzano solo la possibilità di venire meno ai diritti contrattuali spettanti ai lavoratori nelle fabbriche se inquadrati correttamente

SLAI COBAS PER IL SINDACATO DI CLASSE
335-5244902

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.