ancora sul decreto sicurezza

ALCUNI articoli CP MODIFICATI DAL DECRETO SICUREZZA

IN ROSSO E TRA TRIPLA TONDA ((( ))) LE MODIFICHE

SALVO ERRORI.

COME SI VEDE VENGONO AUMENTATE LE PENE DI REATI COMMESSI IN OCCASIONE DI MANIFESTAZIONI O SI INTRODUCE COME AGGRAVANTE AI REATI IL FATTO DI ESSERE STATI COMMESSI DURANTE MANIFESTAZIONI.
———-

 

ART 339 RD N°1398 19 OTTOBRE 1930

Le pene stabilite nei tre articoli precedenti (1) sono aumentate [64] se la violenza o la minaccia è commessa (((NEL CORSO DI MANIFESTAZIONI IN LUOGO PUBBLICO O APERTO AL PUBBLICO OVVERO))) con armi [5852] (2), o da persona travisata, o da più persone riunite (3) [112 n. 1], o con scritto anonimo, o in modo simbolico, o valendosi della forza intimidatrice derivante da segrete associazioni, esistenti o supposte (4) (5) (6).

Se la violenza o la minaccia è commessa da più di cinque persone riunite, mediante uso di armi [5852] anche soltanto da parte di una di esse, ovvero da più di dieci persone, pur senza uso di armi, la pena è, nei casi preveduti dalla prima parte dell’articolo 336 e dagli articoli 337 e 338, della reclusione da tre a quindici anni (7), e, nel caso preveduto dal capoverso dell’articolo 336, della reclusione da due a otto anni (8) (9).

Le disposizioni di cui al secondo comma si applicano anche, salvo che il fatto costituisca più grave reato, nel caso in cui la violenza o la minaccia sia commessa mediante il lancio o l’utilizzo di corpi contundenti o altri oggetti atti ad offendere, compresi gli artifici pirotecnici, in modo da creare pericolo alle persone (10).

341-bis. Oltraggio a pubblico ufficiale.

Chiunque, in luogo pubblico o aperto al pubblico e in presenza di più persone, offende l’onore ed il prestigio di un pubblico ufficiale mentre compie un atto d’ufficio ed a causa o nell’esercizio delle sue funzioni è punito con la reclusione fino a tre anni (((E SEI MESI))).

La pena è aumentata se l’offesa consiste nell’attribuzione di un fatto determinato. Se la verità del fatto è provata o se per esso l’ufficiale a cui il fatto è attribuito è condannato dopo l’attribuzione del fatto medesimo, l’autore dell’offesa non è punibile.

Ove l’imputato, prima del giudizio, abbia riparato interamente il danno, mediante risarcimento di esso sia nei confronti della persona offesa sia nei confronti dell’ente di appartenenza della medesima, il reato è estinto (1).

———————–

(1) Articolo aggiunto dal comma 8 dell’art. 1, L. 15 luglio 2009, n. 94. Vedi, anche, l’art. 393-bis del codice penale, aggiunto dal comma 9 del citato articolo 1.

ART.419

Chiunque, fuori dei casi preveduti dall’articolo 285, commette fatti di devastazione (1) o di saccheggio è punito con la reclusione da otto a quindici anni.

La pena è aumentata se il fatto è commesso (((NEL CORSO DI MANIFESTAZIONI IN LUOGO PUBBLICO O APERTO AL PUBBLICO OVVERO))) su armi [5852], munizioni o viveri esistenti in luogo di vendita o di deposito (2).

ART 635

Chiunque distrugge, disperde, deteriora o rende, in tutto o in parte, inservibili cose mobili o immobili altrui con violenza alla persona o con minaccia ovvero in occasione (((di manifestazioni che si svolgono in luogo pubblico o aperto al pubblico SOPPRESSO))) o del delitto previsto dall’articolo 331, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni.

(((Chiunque distrugge, disperde, deteriora o rende, in tutto o in parte, inservibili cose mobili o immobili altrui in occasione di manifestazioni che si svolgono in luogo pubblico o aperto al pubblico è punito con la reclusione da uno a cinque anni.”;)))

Alla stessa pena soggiace chiunque distrugge, disperde, deteriora o rende, in tutto o in parte, inservibili le seguenti cose altrui:

  1. edifici pubblici o destinati a uso pubblico o all’esercizio di un culto, o su cose di interesse storico o artistico ovunque siano ubicate o su immobili compresi nel perimetro dei centri storici ovvero su immobili i cui lavori di costruzione, di ristrutturazione, di recupero o di risanamento sono in corso o risultano ultimati, o su altre delle cose indicate nel numero 7 dell’articolo 625;
  2. opere destinate all’irrigazione;
  3. piantate di viti, di alberi o arbusti fruttiferi, o su boschi, selve o foreste, ovvero su vivai forestali destinati al rimboschimento;
  4. attrezzature e impianti sportivi al fine di impedire o interrompere lo svolgimento di manifestazioni sportive.

Per i reati di cui al (((primo e secondo comma ABROGATO)))  (((SOTITUITO DA: DI CUI AI COMMI PRECEDENTI))), la sospensione condizionale della pena è subordinata all’eliminazione delle conseguenze dannose o pericolose del reato, ovvero, se il condannato non si oppone, alla prestazione di attività non retribuita a favore della collettività per un tempo determinato, comunque non superiore alla durata della pena sospesa, secondo le modalità indicate dal giudice nella sentenza di condanna

ART DI RIFERIMENTO

336

Chiunque usa violenza o minaccia (1) a un pubblico ufficiale [357] (2) o ad un incaricato di un pubblico servizio [358], per costringerlo a fare un atto contrario ai propri doveri, o ad omettere un atto dell’ufficio o del servizio, è punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni [339] (3).

337

Chiunque usa violenza o minaccia (1) (2) per opporsi a un pubblico ufficiale [357] o ad un incaricato di un pubblico servizio [358], mentre compie un atto di ufficio o di servizio, o coloro che, richiesti, gli prestano assistenza, è punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni [339] (3) (4).

338

Chiunque usa violenza o minaccia (1) ad un Corpo politico, amministrativo o giudiziario o ad una rappresentanza di esso, o ad una qualsiasi pubblica Autorità costituita in collegio, per impedirne, in tutto o in parte, anche temporaneamente, o per turbarne comunque l’attività, è punito con la reclusione da uno a sette anni [339].

(W.G.)

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.