titoli di coda per il film della destra radicale: ormai i forzitalioti non contano più alcunché

Ormai, in quella che era la destra radicale a guida del Delinquente di Arcore, volano gli stracci: qualche giorno fa abbiamo assistito ad un attacco senza precedenti dell’organo del Nuovo PSI agli (ex?) alleati della Lega Nord Padania, ma non finisce qui.

Il Secolo d’Italia, organo della cricca fascista Fratelli d’Italia, nella sua edizione di domenica diciannove maggio si scaglia con veemenza – tramite le parole del suo direttore, Francesco Storace – contro un parlamentare di Forza Italia.

E’ pur vero che il corsivo in questione è una risposta a tono a tale Andrea Ruggeri, un deputato che si era permesso di additare l’ex presidente della Regione Lazio al pubblico ludibrio per il fatto che egli sarebbe un “riciclato”.

Giustamente il giornalista ricorda al politicante che lui è “orgogliosamente”  a capo del quotidiano, e che lo stesso è da tempo premiato da coloro che, sempre in maggior numero, si accostano alla sua lettura.

Intendiamoci: questa Redazione non ha nulla a che spartire con qualunque consorteria politica borghese, e men che meno con fascisti più o meno rtravestiti: troviamo però estremamente interessante questo improvviso risveglio.

Quanto poco conti, ormai, la cricca forzitaliota nel panorama politico italiano si può notare anche da questi piccoli particolari: un tempo, neanche troppo lontano, a taluni personaggi non sarebbe mai neppure venuto in mente di rispondere così, addirittura definendolo uno di coloro che stanno «là solo per la volontà del principale».

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.