per mittal/governo la “legge” consiste nella violazione della legge (da slai cobas sc)

LO SLAI COBAS SC AVVIA AI PRIMI DI GENNAIO L’IMPUGNAZIONE DELL’ACCORDO ILVA DEL 6 SETTEMBRE

Come avevamo subito denunciato questo accordo è un esempio lampante di come si sono usate le leggi al solo scopo di aggirarle.
In esso vi sono una serie di illegalità che metteremo in luce.
Depositeremo l’esposto, dopo averlo fatto esaminare dai nostri avvocati di Torino, Bonetto e Pellegrin, che saranno a Taranto il 7 gennaio 2019 per l’udienza delle nostre parti civili e testi al processo Ilva.

RIPORTIAMO UN BREVE PASSAGGIO DELL’ASSEMBLEA OPERAIA DEL 5 DICEMBRE:

Mittal è venuta a fare profitti, e questo nel sistema capitalista è “normale”; ma non può venire per fare come e peggio di Riva. Gli operai non si possono passare da un padrone che viola le leggi ad un altro padrone a cui si fanno le leggi ad personam, per cui la “legge” consiste nella violazione della legge.
L’accordo Ilva/ArcelorMittal/Sindacati del 6 settembre scorso è infatti non in applicazione alle leggi, ma fatto apposta per aggirare le leggi, costruendo parole e articoli atti a questo scopo.

In più l’accordo chiede ai lavoratori assunti dalla ArcelorMittal di firmare, come condizione obbligatoria, una conciliazione tombale. Ma anche questo è fuori dalle leggi.
La Mittal può chiedere una conciliazione rispetto alle materie di sua attuale competenza, mentre chiede una conciliazione per adempimenti che riguardano la precedente proprietà, vale a dire: l’operaio deve rinunciare ad una rivendicazione e una possibile vertenza di cui è responsabile l’Ilva AS e non la ArcelorMittal.
Inoltre, con questo tipo di conciliazione vengono ad essere oggetto di conciliazione questioni, attinenti alla salute, alla sicurezza, che sono diritti indisponibili, e hanno a che fare con reati penali.
Si tratta, quindi, di un meccanismo di estorsione ricattatoria, e non di una normale conciliazione.
Ma così di fatto la conciliazione diventa una attestazione che “io – Mittal – ti sto assumendo in maniera illegale, ma tu firmi per darmi garanzia che non farai ricorso”.

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.