gli smemorati di torino

Nel 2006 le montagne attorno a Torino, ed in parte lo stesso capoluogo piemontese, ospitarono l’edizione numero venti dei Giochi olimpici invernali: un avvenimento che, dal punto di vista economico, si trasformò in vero e proprio bagno di sangue per le casse dei Comuni coinvolti.

Dodici anni dopo, la sindaca pentastellata torinese, Chiara Appendino, evidentemente immemore dei disastri subiti da parte di questo angolo della regione proprio a causa di quell’evento – oltre al salasso economico vi fu la devastazione ambientale di intere zone – ripropone la candidatura per l’edizione del 2026.

I consiglieri della sua maggioranza, inizialmente – conseguenti al giudizio che il Movimento 5 Stelle ha sempre dato circa le conseguenze derivate dall’avvenimento precedente – si dicono contrari; a quel punto la Appendino minaccia: «O si fa come dico io, o si va tutti a casa».

Evidentemente la paura di perdere il cadreghino appena conquistato ha il suo effetto: quando, mercoledì diciotto luglio, il Consiglio comunale mette ai voti la proposta del primo cittadino, l’intero gruppo consiliare grillino si schiera con la “smemorata” sindaco: ancora una volta, la presunta superiorità morale dei pentastellati viene messa a dura prova dalla realtà dei fatti.

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.