“governista”, che parolaccia!

L’edizione del Manifesto di venerdì ventuno luglio riporta, a pagina quattro, una lunga intervista che Ernico Rossi – presidente della Regione Toscana, e uomo di punta di Articolo Uno-Movimento Democratico e Progressista – ha rilasciato alla brava Daniela Preziosi.

Come si può facilmente immaginare, il tema principale della conversazione è costituito dalle alleanze in vista della presentazione di un’unica lista alle prossime tornate elettorali, a cominciare dalle politiche del 2018.

Alla domanda «a che punto siete sulla via delle convergenze» il politicante risponde: «c’è qualcuno che si vuole condannare ad essere sinistra di testimonianza. Rispettabile, ma noi no. Noi siamo sinistra di governo».

A questo punto occorre chiedersi cosa intenda il “signor” Rossi con il termine testé citato: questo perché, realisticamente, una forza governista dell’area a cui si fa riferimento non può pensare di esercitare il potere esecutivo autonomamente.

La risposta, forse, può essere rintracciata nella risposta all’ultima questione posta dall’operatrice dell’informazione: «Quando siete usciti dal Pd avevate il terrore di essere definiti “Cosa rossa”. Ora no?»

«La mia opinione personale è che una forza che nasce a sinistra del Pd non debba aver paura di essere definita “rossa”. Poi è evidente che dobbiamo essere una sinistra aperta ad altri contributi. Nessuno deve essere escluso. Ma nessuno, appunto. Neanche le bandiere rosse, quando ci sono».

Forse il politicante non lo sa, o se ne è dimenticato, ma almeno in Italia le forze di sinistra hanno tutte – esclusi Possibile e Campo Progressista – le bandiere rosse come simbolo: il dubbio è che il Rossi pensi ad un ricongiungimento con i servi del Presuntuoso Toscano.

Annunci

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...