giovedì 20 luglio: carlo vive!

Il venti luglio è una data importante per Genova: nei giorni delle manifestazioni di contestazione al G8 del 2001 viene ucciso – durante una carica ordinata dall’allora vicequestore Angelo Gaggiano, scomparso da pochi giorni – Carlo Giuliani.

Sono passati sedici anni e, come è ormai tradizione consolidata, nell’anniversario dell’omicidio piazza Gaetano Alimonda si anima di una giornata di musica militante, intervallata da interventi volti a ricordare gli avvenimenti di quel giorno.

Ci si aspetterebbe – visto che proprio in questi giorni, dopo cinque anni di interdizione dai pubblici uffici, sono tornati a svolgere il proprio mestiere alcuni responsabili degli indiscriminati pestaggi avvenuti in quei giorni – una risposta imponente da parte dei movimenti cittadini, ma non è affatto così.

Rispetto agli anni passati le presenze sono in numero visibilmente inferiore, tenuto anche conto della recente vittoria della destra radicale alle elezioni amministrative che dovrebbe aver risvegliato quella parte silente dell’antifascismo locale: invece sembra quasi che ormai questo appuntamento sia diventato un dovere di routine.

Tutto fila liscio fino circa alle ore 18:30 quando una assai poco “signora” – visibilmente in preda ai fumi dell’alcool – entra al bar Time Out, sull’angolo opposto della piazza rispetto a quello in cui è montato il palco, lamentando di essere stata «spinta a terra, senza alcun motivo, da due comunisti».

L’intervento di alcuni agenti della Digos, prontamente giunti sul posto, risolve la situazione, invitando la bellicosa avventrice a proseguire il cammino verso casa; una rapida inchiesta permette poi di stabilire che in realtà non era stata affatto spintonata e fatta cadere, ma aveva perso l’equilibrio in conseguenza delle sue condizioni.

Annunci

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...