invito ad una settimana intergalattica nella zad – zona da difendere – a notre dame des landes (nantes)

Una zona autonoma contro il progetto di costruzione di un areoporto e del mondo che da esso si propaga

Durante gli ultimi cinquanta anni, contadini ed abitanti del posto hanno resistito alla costruzione di un nuovo areoporto vicino alla citta francese di Nantes (che ne ha già uno).

Adesso, in queste ricche terre, boschi e prati che la multinazionale Vinci cerca di convertire in cemento, sta fiorendo una sperimentazione per ripensare la vita quotidiana attraverso la lotta. Attivisti di ogni parte del mondo, contadini locali ed abitanti dei villaggi, gruppi cittadini, gente dei sindacati, difensori della natura, rigugiati e perseguitati, occupanti ed attivisti per la giustizia climatica e molti altri ancora si sono organizzati per proteggere questi 1600 ettari di terra contro il progetto dell’areoporto e del duo mondo.

I rappresentanti del governo attaccano il posto come «territorio perso della republica». I suoi occupanti lo chiamano ZAD (Zona A Difendere). Durante l’inverno 2012, più di un migliaio di poliziotti tentarono sgomberare la zona però incontrarono una resistenza ferma e diversificata. La mobilitazione culminò con la grande marcia di 40.000 persone che riconstruirono una parte di ciò che era stato distrutto dallo Stato francese. In meno di una settimana dopo, la polizia dovette cancellare l’operazione di sgombero che loro stessi chiamarono «operazione Cesar». Da quel momento in poi la ZAD si liberò progressivamente dello Stato e della società consumista, connettandosi con altre lotte e livello regionale ed oltre.

Il movimento non è mai stato cosi vivo, e con possibilità di raggiungere vittorie. Durante gli ultimi 8 anni (dall’accampamento di Azione per il Clima che diede forza all’occupazione dell terre) questa zona è stata un laboratorio per nuove forme di vivere, basate sulla collaborazione tra tutti coloro che costituiscono la diversità di questo movimento.

Nonostante la etereogeneità, si riuscì a trovare un accordo collettivo su un solco comune basato nel ripensamento radicale del come organizzarsi, vivere, e lavorare la terra senza l’areoporto, basandosi nella creazione di beni comuni, privilegiando la nozione di uso a quella di proprietà e con la domanda che sia la gente che lotta per la terra quella che decide rispetto al suo uso

Il futuro della ZAD è tuttavia da conquistare

Durante gli ultimi anni, il movimento ha dovuto constantemente organizzare mobilitazioni massive ed azioni dirette per impedire qualsiasi intento del governo di iniziare i lavori per la costruzione dell’areoporto. L’autunno scorso l’intera zona stava sotto la minaccia di espulsione. L’8 Ottobre scorso decine di migliaia di persone si riunirono nella Zad per dimosstrare la determinazione del movimento. In onore delle lotte contadine del passato, arrivarono con bastoni di legno e li collocarono nella terra, con la promessa di ritornare a prenderli di nuovo con l’obbiettivo di difendere la ZAD qualora fosse necessario. Dopo un mese di tensione e di preparazione alla resistenza il governo abbandonò i suoi piani di espulsione Il nuovo governo ha soltanto deciso di prendere tempo, attraverso una «mediazione» di sei mesi rispetto al progetto dell’areoporto. Può darsi che si decida alla fine di abandonare il progetto, o che decida di riaffermarne la necessità. Pero in ogni caso cercheranno senza alcun dubbio di trovare una nuova forma per attaccare la ZAD.

Dal 17 Agosto al 24 di Agosto: Un invito estivo alla ZAD:

Siamo abitanti della ZAD che vogliamo rinforzare le connessioni e le reti con i gruppi e le persone di altri paesi. In questo spirito, vi invitiamo ad una settimana Intergalattica alla ZAD dal 17 al 24 di Agosto. La settimana includerà attività, seminari, pratiche.

Partecipazione alla construzione della cabina Intergalactica:

Durante tutta l’estate una cabina intergalactica sarà costruita alla ZAD. Sarà uno spazio per ospitare gruppi e progetti del mondo intero, uno spazio con possibilità di allenamento, incontro, presentazioni, feste e molto altro ancora. Sarà possibile unirsi all’opera di costruzione durante l’intera settimana, tanto come comprendere come potrà essere usato una volta pronto

Esercitazioni alla difesa dell ZAD:

Organizzeremo esercitazioni pratiche sulla difesa della ZAD. Questa sarà un’opportunità per condividere tecniche ed idee per resistere ad un attacco massivo della polizia nel posto.

Queste esercitazioni furono portate a termine l’anno scorso con centinaia di persone di età diversa, desideri e capcità fisica. Sara ugualmente un opportunità per praticare le possibilità di portare a termine azioni e blocchi della zona per chi non potrà essere presente sulla zad in caso di espulsione.

Condividere la storia della ZAD:

Proporremo camminate e momenti per condividere la storia della ZAD.

Rinforzare le conessioni con altre lotte e creare solidarietà:

Vorremmo praticare la possibilità di bloccare i progetti capitalisti, di coinvolgersi in situazioni rivoluzionarie, e costruire zone di autonomia di lungo periodo e di grande scala, per mezzo di una rete solida e idealmente rinforzare la rete «No Border» («Nessuna frontiera»). Vogliamo condividere la loro esperienza. Ci saranno momenti aperti durante la settimana per differenti presentazioni e pratiche.

Logistica e partecipazione

La settimana intergalactica userà la struttura di un «accampamento mobile» che si realizzò l’anno passato prima delle minaccie di espulsione (ugulmente i partecipanti devono portare con se le proprie tende, sacco a pelo, torcie ed isolanti). L’alimentazione e la logistica saranno organizzate e avranno bisogno di tutt@.

Fateci sapere se desiderate venire!:

Abbiamo bisogno di sapere con anticipo il numero di partecipanti per organizzare il programma e la logistica (idealmente, ci piacerenbbe di piu che le persone arrivino e restino l’intera settimana, con l’obbiettivo di organizzare un processo collettivo). Per favore diteci prima di Luglio in quanti arriverete e per quanto tempo. Fateci sapere che lingua parlate, per organizzare la traduzione

Speriamo di ospitarvi alla ZAD! Contatto: exclaimthezad@riseup.net

Questo incontro è dedicato alla proposta Zapatista di andare al di là delle frontiere, e una contribuzione al recente appello «I muri in alto, le crepe in basso (ed a sinistra)» http://enlacezapatista.ezln.org.mx/2017/02/14/los-muros-arriba-las-grietas-abajo-y-a-la-izquierda

Annunci

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...