senza futuro

Pagina dieci di sabato otto luglio del Corriere della Ser(v)a propone, nella sua porzione inferiore, un articolo – a firma Giuseppe Alberto Falci – dal titolo: «Ala perde pezzi in Parlamento. Sette ormai a un passo da Fi».

All’interno del pezzo viene segnalato tutto il malessere che attanaglia i saltafossi che hanno seguito Denis Verdini detto Tressette nel suo tentativo di correre in soccorso di quello che – due anni fa, quando da una scissione della cricca forzitaliota nacque l’Alleanza Popolare per le Autonomie – appariva il grande asso pigliatutto della politica italiana: il Presuntuoso Toscano.

Nel momento in cui la nuova legge elettorale sembra andare verso un sistema proporzionale con soglia di sbarramento importante, i furboni che avevano “mollato” il Delinquente di Arcore cercano di tornare a casa per provare ad ottenere il rinnovo del tanto sospirato cadreghino.

Già in due sono tornati alla greppia della destra radicale – i senatori Domenico Auricchio ed Enrico Piccinelli – abbandonando il proprio mentore di convenienza, ma altri sembrano intenzionati a seguirli: Giuseppe Compagnone, Eva Longo, Antonio Milo, Lionello Marco Pagnoncelli, Saverio Romano, e Antonio Scavone, sono i nomi pubblicati.

Se così fosse il Verdini si troverebbe senza gruppo parlamentare al Senato della Repubblica, e con pochissime chances di sopravvivere politicamente alle prossime consultazioni popolari.

L’unico augurio sincero che ci sentiamo di fare a questa co… – pardon, formazione politica – di saltafossi è quello che, in ogni caso, non vengano nuovamente nominati: questo a prescindere dal fatto se abbiano o meno mantenuto le posizioni raggiunte.

Annunci

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...