riciceviamo da spazio di documentazione il grimaldello di genova e volentieri pubblichiamo

Riceviamo ed inoltriamo le mail ricevute da  solidali15ottobregenova@gmail.com e da info.marzoloccupata@autistici.org in solidarietà a Riccardo, il nostro compagno genovese, ed a Maria e Fabio di Feltre
Ricordiamo che ci sono altri 3 arrestati italiani oltre ad un numero non precisato, ma alto, di compagni/e di altri paesi
Prepariamoci per mettere in campo tutte le risposte del caso.
Mille modi, un solo orizzonte… LIBERTA’
—–
Ciao a tutti,

scriviamo per informare dell’arresto  di un compagno genovese, Riccardo, nella data di venerdì 07 luglio ad Amburgo durante la rivolta contro il G20.

Riccardo ha già incontrato i legali, sta bene ed il suo morale è alto. L’udienza preliminare si terrà entro 15 giorni, nei quali diffonderemo gli aggiornamenti che perverranno. Per chi volesse scrivergli o inviare letture l’indirizzo completo (nome cognome data di nascita ed indirizzo del penitenziario dove è detenuto) è:

RICCARDO LUPANO
09/06/1985

JVA BILLWERDER
DWEERLANDWEG 100

22113 HAMBURG

GERMANY

Solidali Ge 15ottobre
—–
QUELLO CHE LA DEMOKRAZIA PUÒ OFFRIRCI

In questi giorni ad Amburgo decine di migliaia di persone hanno opposto rabbia e lotta all’ennesimo vertice tra i padroni del mondo. Venti carogne che regolarmente si incontrano per pianificare miseria, decidere sfere di influenza, affinare lo sfruttamento, distruggere il pianeta (senza peraltro mettersi d’accordo).

La risposta da parte dei loro naziservi, al solito, è stata micidiale: un massacro indiscriminato, pugni in faccia, spray urticanti, blindati per le strade, armi spianate, campeggi autorizzati rasi al suolo, retate anni ’30, centinaia di fermi e arresti.

Il tentativo dichiarato dal capo della polizia tedesca è di dimostrare che migliaia di black block venuti dal “sud” Europa (Italia, Grecia, Spagna…) siano saliti ad Amburgo per fomentare disordini. Lo scopo è quello triste e vecchio di coprire lo schifo della macchina da guerra della repressione con la patetica divisione tra manifestanti buoni, che rimangono nei binari di ciò che la demokrazia consente, e i cattivi da schiacciare. La solita maxioperazione senzazionalistica, l’ennesimo teorema da dare in pasto ai pennivendoli. Peccato che anche questa volta, come a Genova e in mille altre occasioni, nessuno è scampato al massacro sbirresco…

Tra i fermati ci sono una compagna e un compagno a cui teniamo particolarmente, a cui siamo legati dalla stessa voglia insopprimibile di libertà: faremo sentire loro tutta la nostra vicinanza, fino a quando potremo riabbracciarli!

A tutte le compagne e i compagni arrestate va la nostra solidarietà!
Fabio e Maria liberi! Tutti liberi! Tutte libere!

Come prima risposta indiciamo un presidio solidale mercoledì 12 luglio in Largo Castaldi a Feltre, dalle ore 17.30.
Partecipiamo numerosi per esigere l’immediata liberazione di tutt* i fermati!

Il Postaz – Feltre
Annunci

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...