comincino loro a bonificarsi dalla presenza di filo fascisti al loro interno

La versione in pdf del nuovo quotidiano telematico del Partito Democristiano – quel Democratica che, dal primo luglio, ha soppiantato il non compianto l’Unità – di lunedì dieci luglio riporta, di spalla in prima pagina con richiamo in quinta, un lungo intervento del sionista Emanuele Fiano.

Questi è l’assai poco “onorevole” che ha proposto la nuova legge – da inserire nel Codice Penale – che dovrebbe prevedere il «divieto chiaro di propaganda fascista e nazista, che estenda alle modalità contemporanee della comunicazione questo reato».

Bene, si penserà, finalmente si mette mano seriamente ad una evidente lacuna del nostro ordinamento giudiziario: il problema è che chi scrive non è affatto certo che questa sia la reale intenzione dei servi del Presuntuoso Toscano.

Se questa fosse veramente la finalità che si intende raggiungere, i sedicenti democratici dovrebbero spiegare come mai in alcuni Comuni essi governano con l’appoggio esterno dei fascisti dichiarati.

E’ il caso di Bolzano, dove il sindaco Renzo Caramaschi può governare grazie all’astensione dei tre consiglieri – Andrea Bonazza, Maurizio Puglisi Ghizzi, e Sandro Trigolo – che fanno capo a Casapound, dei quali intende persino «ascoltare le proposte, visto che sono stati eletti».

Inoltre dovrebbero chiarire come mai alcuni dirigenti locali, si veda il caso dell’insegnante genovese di filosofia Simone Regazzoni, vanno a presentare i propri libri nei covi fascisti o addirittura alla loro emittente, Radio Bandiera Nera.

Per non parlare dei propri consiglieri comunali, si veda sempre il caso di Genova, che entusiasticamente appoggiano la causa, perorata con forza dai fascisti Giorgio Bornacin e Gianni Plinio, di intitolare una strada al loro accolito Ugo Venturini, ucciso da una bottiglia vagante ad un comizio del boia Giorgio Almirante.

Prima di pensare – e, intendiamoci, farebbero comunque un’opera sacrosanta – alle problematiche altrui nei rapporti con i topi di fogna, i servi del Bischero Fiorentino dovrebbero iniziare a bonificare le loro file da personaggi che definire ambigui è un pallido eufemismo.

Annunci

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...