al fano si dimostra sempre più un servo degli imperialisti yanqui

Alle ore 18:33 di martedì quattro luglio, giunge in redazione – sotto forma di una newsletter del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale – l’ennesimo sproloquio quotidiano del titolare della diplomazia italiana.

Questa volta, Angelino Al Fano concentra i suoi deliri sulla condanna espressa, nei confronti della Repubblica Popolare Democratica di Corea, per l’ultimo riuscito esperimento missilistico.

Il politicante agrigentino straparla del fatto che, a suo avviso, «il programma missilistico e nucleare nordcoreano rappresenta una seria minaccia alla pace e alla sicurezza internazionali, nonché al regime di non proliferazione globale».

Se si trattasse di qualunque altro Paese sovrano al mondo, questo assai poco “signore” non si permetterebbe mai di usare gli stessi toni aggressivi utilizzati in questo caso: «l’Italia continuerà a dare il proprio contributo ad una reazione ferma e coesa della comunità internazionale».

Trattandosi invece di un Paese che ha sconfitto le mire imperialiste occidentali, e fieramente continua a difendere i propri confini, e quindi la propria indipendenza, dalle continue provocazioni della triade Corea del Sud, Usa, Giappone, allora – secondo Al Fano – deve essere considerato pericoloso per l’intera umanità.

E dire che la vera storia – non quella che viene scritta dai servi dei dominatori del mondo occidentale sui manuali – dimostra che le minacce alla pace sono sempre e solo state perpetrate dagli imperialisti di ogni genere e tipo, non certtamente da chi mira soltanto a difendersi dalle loro pesanti ingerenze.

Annunci

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...