contropiano denuncia: poliziotti travestiti da black bloc per infiltrazione e provocazione (da proletari comunisti)

“Ci saranno i black bloc, a costo di metterceli noi”

Schermata del 2017-03-30 10-26-59

… Per il marzo, e in particolare sul corteo indetto da Eurostop e Movimenti territoriali, è stato fatto balenare – in contemporanea, e come se fossero quasi la stessa cosa – il pericolo di una calata internazionale di black bloc (specificate anche le provenienze: Francia, Germania, Grecia) e possibili attentati dell’Isis.
Gli “incidenti”, gli “scontri”, la “devastazione di Roma”, compresa – chissà perché – la fontana della piazza di Testaccio, erano su tutte le prime pagine e nelle aperture dei Tg…..Certo, i servizi segreti hanno ampie possibilità di infiltrazione (le forme di organizzazione antagoniste sono sotto i limiti dell’artigianato pre-industriale). E di sicuro i social servono più a schedarsi da soli che a tenere rapporti sociali o politici. Però, diciamocelo, tutta quella sicumera era un tantino sospetta…
Perciò qualche cittadino democratico si è guardato intorno, nei pressi della manifestazione, ed ha potuto fotografare almeno un gruppetto di giovinastri che scaricavano zainetti sospetti da una macchina parcheggiata.
I black bloc in questione, però non apparivano poi tanto degli emarginati sul punto di sfogare la propria rabbia incendiaria, visto che in fondo l’automobile era in pratica nuova di zecca.
La cosa più stupefacente, comunque, è che fosse parcheggiata tra un’autoambilanza e i blindati della polizia. Parecchi agenti vedevano molto da vicino l’armeggiare dei “black bloc”, al punto a scambiarsi frasi come “ahò, ma questi non li perquisimo?”
E giù grasse risate…
Queste le immagini, colte “al volo” da distanza ravvicinata, così simili a quelle di Genova 2001…

Schermata del 2017-03-30 10-37-07
 Una testimonianza
  • vecchia Talpa

    30 marzo 2017 11:36 Mi ci sono imbattuto io direttamente con questi “black Bloc” : Li ho sgamati e li ho fotografati, mentre erano nei pressi del corteo. Mi si sono avvicinati in cinque, preso per il bavero e sbattuto contro il muro. Volevano la memory card. Mi hanno velocemente mostrato una patacca d’oro ed uno (il più violento) si è presentato come ispettore di polizia. Volevano i documenti e quindi schedato. Minacciato. Non ti permettere di pubblicare le foto se no te la faremo pagare cara! (le foto naturalmente sono sul mio sito blog e sulla pagina FB, compreso di filmato).  L’ispettore era evidente pasticcato o aveva pippato. era rosso paonazzo e il più violento fra gli altri cinque. Hanno anche cercato la mossa del poliziotto buono e di quello cattivo (sa noi siamo qui per lavorare…. dammi la memoria altrimenti ti portiamo in questura e passerai un brutto quarto d’ora).

  • Informazioni su pennatagliente

    Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
    Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo di WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

    Google photo

    Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

    Connessione a %s...

    Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.