fca sata, la nuova fabbrica modello marchionne-jobs act (da proletari comunisti)

Giorno di gloria per i padroni, per Marchionne alla Fiat Sata. Accordi sui 20 turni firmati in mezza giornata da sindacati che dire che sono “di comodo” è dire poco. Diritti e condizioni dei lavoratori cancellati e ricondotti alla situazione precedente i “21 giorni” se non peggio. Porta aperte ai nuovi assunti, i cui numeri sono sparati a casaccio, assunti col jobs act, vale a dire: assunti in prova e in precarietà eterna, sempre a rischio licenziamenti.
Si ritorna alla fabbrica lager, alla ‘fabbrica modello’ ma con una fusione organica tra fascismo padronale, fascismo sindacale, moderno fascismo del governo Renzi.
La “fabbrica modello”, “prato verde” dell’epoca del suo insediamento durò 10 anni e poi esplose la più grande lotta operaia di una fabbrica automobilistica dei paesi imperialisti degli ultimi decenni.
Il nuovo piano Marchionne della nuova Fiat-Sata è destinato a fare la stessa fine, non come destino ineluttabile ma come percorso inevitabile dell’autonomia operaia e della guerra di classe.

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.