risanare il territorio da un disastro ambientale: non è valorizzare il territorio? lettera aperta ad antonio maconi (da medicina democratica alessandria)

Caro Antonio Maconi, devo porti una domanda che non può essere privata perché la corretta informazione giornalistica non può che essere trasparente e pubblica. Hai ricevuto da Franco Marchiaro una eredità di 20 mila euro e hai deciso di impegnarla in un premio giornalistico di 2.000 euro annui che ricordasse la figura del decano dei giornalisti alessandrini. La domanda di interesse pubblico è: non sarebbe il caso di rivedere la composizione politica e culturale della Giuria (Pier Angelo Taverna, Emma Camagna e Marco Caramagna) che non rispetta alla lettera le non interpretabili finalità del bando di concorso? Marchiaro si sentirebbe svilito, non gradirebbe infatti che si escludessero dal premio a lui intitolato lavori di giornalismo di cronaca-inchiesta-denuncia per ammettere solo quelli definiti dalla Giuria “in una prospettiva positiva e promozionale del territorio”. Addirittura, poi, in tale inventata prospettiva è stato incluso un ignorato articolo sulla battaglia di Marengo e sul pollo alla Marengo, ed è stato escluso invece un servizio di attualità che nella bonifica del disastro ecologico di Spinetta Marengo pone le basi per un futuro di salute e occupazione nel territorio. Risanare il territorio da un disastro ambientale: non è valorizzare il territorio? Eppure il pollo ha vinto la prima edizione del Premio e la bonifica, ben più positiva e promozionale, neppure è stata ammessa in competizione. Così temo a danno degli splendidi servizi di Silvana Mossano sull’amianto che meritavano il primo premio con encomio. Evidentemente, caro Maconi, nella concezione di questa vetusta Giuria, il Premio Marchiaro sarebbe…ludico turistico. Uno svilimento.

Lino Balza

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.