pfoa: salute a rischio per abiti e pentole (da medicina democratica alessandria)

Mentre corrono voci di cessione, altre inquietanti ombre si proiettano sullo stabilimento Solvay di Spinetta Marengo. Dopo il CODACONS, l’associazione dei consumatori che aveva chiesto al Governo di sequestrare 150 milioni di pentole antiaderenti di Teflon, ora una ricerca scientifica di Greenpeace ha rinvenuto i PFC (perfluorocarburi) oltre i limiti di legge nei tessuti GoreTex di grandi marche di abbigliamento sportivo (Adidas, Solewa, The North Face e Patagonia).
Il PFOA (acido perfluorottanoico) da Spinetta Marengo è stato scaricato in falda e in Bormida, nonché si è depositato nel sangue dei lavoratori. Ciò è avvenuto per decenni. Ma la sua presenza non veniva cercata nelle analisi delle acque. Quando è stata finalmente cercata: è stata trovata dall’Arpa nelle falde dell’acquedotto di Alessandria. Ma anche, dal CNR, alla foce del Po, in concentrazioni enormi. D’altronde il PFOA è indegradabile, e nel contempo bioaccumulabile nei tessuti viventi. E’ tossico, mutageno, cancerogeno, teratogeno, se respirato o bevuto o mangiato nella catena alimentare. In particolare attacca il sistema riproduttivo e immunitario (tiroide). L’avevano accertato copiose risultanze del mondo scientifico internazionale. Ora si apprende che è pericoloso anche quando indossato. Greenpeace parla perfino di contaminazione della neve in alta montagna e addirittura di pericoli per la massaia che fa il bucato. E chiede perentoriamente all’industria dell’abbigliamento outdoor di fissare precise scadenze per l’eliminazione dei PFC.
Medicina democratica ha chiesto per molti anni la sostituzione del PFOA a Spinetta, anche tramite documentati esposti alla Procura della Repubblica di Alessandria. Ma la Solvay ha tenuto duro fino al 2013, sfruttando l’assenza di un chiaro limite di legge in Italia, come fu sciaguratamente per l’amianto. Non le sono costati, per ora, i milioni di dollari di risarcimento che ha dovuto pagare la Du Pont in USA, quando l’EPA (Environmental Protection Agency) ha trovato il PFOA nel sangue umano e nei cordoni ombelicali, dopo aver accertato nelle cavie tumori, soprattutto al fegato, interferenze al sistema endocrino, con l’asse ipotalamo-ipofisi, alterazioni degli ormoni tiroidei, cancro alla tiroide, danni allo sviluppo e alla riproduzione, riduzione del peso alla nascita, inversione sessuale. Chissà per quanti decenni, dopo che Solvay è stata costretta alla sua sostituzione, resterà in Italia questo ecocidio del PFOA.

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.