ilva di taranto: ieri… e oggi… (dallo slai cobas per il sindacato di classe)

Un’altra vita di un giovane operaio di 29 anni ieri si è quasi certamente persa. In poche settimane sarebbero 2 morti in questa fabbrica.
E’ colpa questa volta della tromba d’aria? O non doveva stare li o non era in sicurezza?
Siamo impegnati a capirlo con esattezza, perchè non si specula sugli operai morti, ma le responsabilità se ci sono devono essere accertate.
Ieri all’Ilva però si è rischiata la strage e il disastro, le immagini di quegli operai in fuga sono drammatiche, ma anche in una certa misura inaccettabili.
La città ha vissuto ore di incubo per lo stesso rischio, anche questo purtroppo segna una pagina nera.
Dobbiamo con la lotta operaia e popolare unita venire a capo della situazione.
Il governo invece cerca solo di salvare Riva e i suoi interessi, il decreto lo respingiamo.
Vogliamo lavoro sicuro e non lavoro forzato.
Vogliamo che Riva e i suoi agenti paghino e che la magistratura vada a fondo su questo.
Vogliamo che il piano per mettere a norma la fabbrica sia deciso e confrontato con gli operai e non imposto con decreti, diktat.
Questo non è avvenuto, per questo il decreto va respinto e la lotta deve continuare, come martedì 27, entrando in fabbrica, facendo cortei interni, bloccando la produzione, realizzando un braccio di ferro.
Noi vogliamo l’unità e l’autorganizzazione di classe in fabbrica contro padron riva,governo, sindacati confederali complici.
Noi lavoriamo per l’unità di lotta degli operai e per raccogliere la spinta generale autorganizzata per l’alternativa sindacale di classe, perchè il destino della fabbrica sia nelle mani degli operai e non di padroni, governo, stato, magistratura, siamo perchè il potere deve essere operaio, perchè nocivo è il capitale e non la fabbrica.
Solidarietà e sostegno alla famiglia dell’operaio disperso.
Giovedì-venerdi presidio alle portinerie a-d ore 15-16 per discutere con gli operai i contenuti del decreto e come continuare la lotta.
Sosteniamo la proposta di assemblea nazionale a taranto del 7 dicembre della Rete nazionale per la sicurezza sul lavoro.
Slai Cobas per il Sindacato di Classe – Taranto
slaicobasta@gmail.com
347-5301704
blog
tarantocontro.blogspot.com

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.