un porco vestito di seta rimane sempre un porco

Cicagna è un paese dell’entroterra della provincia di Genova, precisamente della val Fontanabuona; in questi giorni questa ridente località è balzata agli (dis)onori delle cronache per una vicenda legata ad una delle pagine più buie della Repubblica italiana: la presenza di sedicenti ‘ronde per la sicurezza’, sul genere di quelle a suo tempo organizzate dai legaioli.
La storia è presto raccontata: qualche giorno fa Aabboudi Yassine, un cittadino marocchino di trentaquattro anni, viene trovato, in gravi condizioni – con ferite su tutto il corpo, causate da colpi di spranga e roncola – su una stradina secondaria nei dintorni dell’abitato.
Trasportato all’ospedale, riesce ad indicare agli inquirenti alcuni particolari che permettono agli stessi di arrivare agli autori della spedizione punitiva contro chi era accusato di introdursi clandestinamente nelle case altrui; i tre ‘gentiluomini’ sono: il 58enne Mauro Trucco, il di lui cognato 52enne Ivo Nolentini (entrambi in carcere), ed il 26enne Paolo Suma, agli arresti domiciliari.
Fin qui l’episodio in sé; ma c’è anche un risvolto politico della questione: l’ex sindaco di Cicagna è tale Marco Limoncini, attuale consigliere regionale dell’Unione dei Democratici Cristiani e di Centro, gruppo che fa parte della maggioranza che sostiene il sedicente democratico presidente Claudio Burlando.
Questo personaggio – che all’epoca in cui rivestiva la carica di primo cittadino, del paese della val Fontanabuona, era stato eletto nelle file legaiole – difende le ronde (il lupo perde il pelo, ma non il vizio!) e definisce “inaccettabile” il comportamento delle ‘forze dell’ordine’.
A questo punto ci si aspetterebbe che, se non altro per decenza, la falsa sinistra in Consiglio regionale facesse notare l’incompatibilità di questa brutta persona con qualunque valore appartenente alla coalizione; invece si assiste soltanto ad un imbarazzato silenzio: la disistima verso i consiglieri regionali attualmente in carica cresce sempre di più.

(pubblicato dal Secolo XIX di mercoledì 29 agosto)

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.