la falsa sinistra genovese è sull’orlo di una crisi di nervi

La dirigenza genovese di Sinistra Ecologia e Libertà è sull’orlo di una crisi di nervi: probabilmente a causa del pronosticato crollo di consensi, si sta assistendo ad una battaglia interna senza esclusione di colpi, più o meno bassi, per conquistare visibilità e qualche probabilità di essere eletti.
Naturalmente, il primo ad ingaggiare questa lotta senza quartiere non poteva che essere l’ex assessore trotzkista al patrimonio, Bruno Pastorino; la natura infida di questo genere di personaggi resta sempre quella: appena si abbassa la guardia, tendono a colpire alla schiena.
Quando i vertici di via Sottoripa 1b/12, vista l’esiguità degli spazi elettorali a disposizione, hanno deciso di produrre un manifesto recante tutte e quaranta le ‘facce da candidato’, l’ormai ex amministratore ha comunque fatto stampare dei manifesti personali: alla faccia della correttezza.
Ma l’ex esponente della corrente Bandiera Rossa della sedicente Quarta Internazionale non è certo l’unico a ‘giocare da solo’, anche se questo non può rappresentare una giustificazione: il presidente uscente del municipio Valpolcevera, Gianni Crivello, prende posizione contro chi – specificamente il consigliere regionale Matteo Rossi – in Regione si è dimostrato accondiscendente rispetto al progetto di ridimensionamento degli ospedali del ponente cittadino per far spazio all’ampliamento del nosocomio della curia, il Galliera.
Dopo questo lungo excursus sui fatti che concernono Sel, occorre dire che neppure la Federazione della Sinistra se la passa molto meglio: una delle teste di lista, tale Fabio Cancelliere, accusa il consigliere regionale Alessandro Benzi di fare campagna elettorale per Giampiero Pastorino di Sel; dal canto suo, mentre il segretario provinciale rifondarolo Sergio Triglia annuncia una richiesta di chiarimenti, il Benzi non si dimostra affatto pentito ribadendo la sua speranza che “Gian Pastorino sia eletto nelle liste di Sel”.
Anche chi scrive ha una speranza legata all’imminente tornata elettorale amministrativa: che certi personaggi spariscano dalla scena politica definitivamente.

Informazioni su pennatagliente

Contro ogni revisionismo. Per il marxismo-leninismo-maoismo, principalmente maoismo. Per un giornalismo proletario. Viva Marx! Viva Lenin! Viva Mao Tsetung!
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a la falsa sinistra genovese è sull’orlo di una crisi di nervi

  1. Ulrike ha detto:

    sulla questione Crivello-Rossi non hai capito un cazzo, spiace dirtelo. In realtà è esattamente il contrario: Rossi è contro l’ampliamento del Galliera e per la costruzione del nuovo ospedale del ponente genovese; Crivello è per la chiusura degli ospedali in Valpolcevera e per il terzo valico.
    Sciocchezze per un amico del popolo come te, o no?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.